Macchi di Cellere vince al Cds con Europe Energy e Fenix
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
18 nov 2020
Energy

Macchi di Cellere vince al Cds con Europe Energy e Fenix

I giudici hanno accolto gli appelli presentati dai due trader di energia che avevano chiesto la verifica sull'operato dell'Arera, annullando i rispettivi provvedimenti prescrittivi


Il Consiglio di Stato ha accolto gli appelli dei trader Europe Energy e Fenix, assistiti da Macchi di Cellere Gangemi (TLIndex24), che per primi, insieme a Cura e Ats Power, avevano ottenuto dalla sesta sezione del supremo organo la verifica sull’operato dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) in tema di sbilanciamenti elettrici. Con la decisione del CdS, le società ottengono così l'annullamento dei rispettivi provvedimenti prescrittivi dell'Arera (ex delibera 342/2016/E/eel).

Macchi di Cellere Gangemi, in particolare, ha fornito assistenza a Energy Europe e Fenix con il partner Francesco Piron (in foto), che ha coadiuvato la difesa sin dai rispettivi procedimenti istruttori avanti l’Arera, e per il contenzioso, con il supporto della senior associate Chiara Colamonico.
 
Accogliendo gli esiti dell’apposita verifica svolta del dipartimento di scienze economiche aziendali dell’università di Milano Bicocca, il Consiglio di Stato ha confermato il difetto di istruttoria e di motivazione manifesta. I giudici, in particolare, hanno evidenziato che l'authority si è limitata a verificare i benefici conseguiti dall’operatore economico in conseguenza degli sbilanciamenti effettivi realizzati omettendo di verificare, altresì, l’eventuale risparmio di spesa prodotto dal medesimo sbilanciamento.
tags: Macchi di Cellere GangemiFrancesco PironFenixChiara ColamonicoAts PowerCuraEurope Energy
CLICCA PER CONDIVIDERE




Credits Landlogic IT

RSS

RSS