BonelliErede, Chiomenti, Fraccastoro e Grimaldi per il Polo strategico
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
01 ott 2021
Tmt

BonelliErede, Chiomenti, Fraccastoro e Grimaldi per il Polo strategico

Gli studi hanno affiancato Tim, Cdp Equity e Sogei. Coinvolta anche Leonardo nella proposta di partenariato pubblico-privato nella società che gestirà in cloud dati e applicazioni della Pubblica amministrazione



BonelliErede (TLIndex1), Chiomenti (TLIndex2), Fraccastoro (TLIndex89) e Grimaldi (TLIndex32) hanno prestato assistenza al soggetto promotore della proposta di partenariato pubblico-privato per la creazione del Polo strategico nazionale (Psn). Il soggetto promotore è formato da Cdp Equity, societò di investimento (ex Fondo strategico italiano) controllato da Cassa depositi e prestiti, in qualità di investitore istituzionale; Leonardo, Sogei e Tim, in qualità di operatori industriali. La proposta è stata presentata al ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale lo scorso 28 settembre.

Il Polo strategico nazionale è un’infrastruttura per la gestione in cloud di dati e applicazioni della Pubblica amministrazione, che si inserisce nell’ambito del piano complessivo di accelerazione della trasformazione digitale a garanzia della sicurezza e del controllo nazionale dei dati.

Cdp Equity, in qualità di investitore istituzionale, è stato assistito da Chiomenti, mentre Tim è stato affiancato da BonelliErede. Sogei con Grimaldi. Fraccastoro ha assistito dall’origine sia Cdp Equity sia Tim sui profili istituzionali, pubblicistici e regolatori.

La proposta sarà valutata entro tre mesi dalla sua ricezione e dovrà essere vagliata dalla Pubblica amministrazione competente, la quale, ove la ritenga di interesse, avvierà la gara. Potranno partecipare, oltre a Cdp Equity, Tim, Leonardo e Sogei (congiuntamente in qualità di soggetto promotore), tutti gli operatori eventualmente interessati. In caso di aggiudicazione della gara, sarà costituita una newco, che agirà da Polo strategico nazionale, partecipata da Cdp Equity (20%), Tim (45%), Leonardo (25%) e Sogei (10%). L’obiettivo è fornire servizi innovativi a cittadini e imprese, in linea con quanto previsto dal Pnrr e dai recenti interventi normativi in materia di infrastrutture digitali. Il progetto consiste nell’erogazione di soluzioni e servizi cloud a sostegno della Pa nell’ottica di assicurare il maggior livello possibile di efficienza, sicurezza e affidabilità dei dati.

Chiomenti ha supportato Cdp Equity con un team multidisciplinare di cui ha fatto parte anche il presidente Francesco Tedeschini e coordinato dal socio Giulio Napolitano per gli aspetti istituzionali, amministrativi e regolatori e dal socio Andrea Sacco Ginevri per gli aspetti societari e contrattuali, e composto per i profili pubblicistici e finance dal socio Marco Cerritelli e dai counsel Alfredo Vitale ed Elio Leonetti, per i profili privatistici dagli associate Edoardo Manni e Fabiana Giordano, per i profili di diritto europeo e antitrust dai soci Gian Michele Roberti, Marco Serpone e Isabella Perego.

BonelliErede ha assistito Tim con un team multidisciplinare composto dall’of counsel Roberto Cera, dall’associate Silvia Rometti e Szilvia Petrik per i profili corporate, dal partner Luca Perfetti, dall’associate Marina Roma e Maximilian Denicolò per gli aspetti di diritto amministrativo, dal partner Claudio Tesauro e Tanja Romano per i profili di diritto antitrust e dal partner Emanuela Da Rin per gli aspetti di diritto bancario e finanziario.
 
Fraccastoro ha assistito, dall’origine, Cdp Equity e Tim, sui profili istituzionali, pubblicistici e regolatori, con un team coordinato dal suo fondatore e titolare Giorgio Fraccastoro, coadiuvato da Alice Volino, Eleonora Franco e Maria Cristina Mazzei.
 
Grimaldi ha operato al fianco di Sogei con un team multidisciplinare coordinato dal managing partner Francesco Sciaudone e composto da Cristiano Chiofalo e Bernardo Giorgio Mattarella per i profili di diritto amministrativo e regolamentari, da Leonida Cagli per i profili societari e contrattuali, da Daniela Fioretti e Andrea Neri per i profili di diritto europeo e antitrust e da Giuseppe Buono per i profili finance.

BonelliErede, grazie anche all'integrazione di Lombardi Segni, e Chiomenti hanno partecipato a importanti tavoli che hanno visto il coinvolgimento dello Stato, tramite Cassa depositi e prestiti, quali l'avvio del Progetto Italia (polo nazionale delle costruzioni), di Open Fiber (infrastrutture di rete) e la cessione di Autostrade per l'Italia a un consorzio pubblico-privato. Grimaldi, invece, è stato conivolto la scorsa estate da Enel per l'uscita da Open Fiber.

tags: ChiomentiBonelliEredeGrimaldiCassa Depositi e PrestitiEmanuela Da RinTelecom ItaliaFrancesco SciaudoneTimLuca PerfettiGian Michele Robertinull nullRoberto CeraFrancesco TedeschiniGiorgio FraccastoroClaudio TesauroMarco CerritelliGiulio NapolitanoLeonardoCdp EquityGiuseppe BuonoFraccastoroMarco SerponeDaniela FiorettiAndrea Sacco GinevriAlfredo VitaleCristiano ChiofaloLeonida CagliAndrea NeriFabiana GiordanoEdoardo ManniAlice VolinoSilvia RomettiEleonora FrancoIsabella PeregoElio LeonettiBernardo Giorgio MattarellaMarina RomaTanja RomanoSogeiSzilvia PetrikMaria Cristina MazzeiMaximilian Denicolò
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
I Edizione Osservatorio Lavoro

Milano

giovedì 09 giugno
I Edizione Osservatorio Lavoro


Credits Landlogic IT

RSS

RSS