Clifford Chance con Cellnex per le torri di Ck Hutchison
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
30 nov 2020
Tmt

Clifford Chance con Cellnex per le torri di Ck Hutchison

La conglomerata asiatica assistita da Freshfields e Linklaters. L'accordo prevede l'acquisizione di 24.600 torri e siti per le telecomunicazioni mobili in Europa, di cui 8.900 in Italia. L'operazione è valutata complessivamente in 10 miliardi di euro


Clifford Chance (TLIndex7) ha assistito Cellnex Telecom nell'accordo con la conglomerata asiatica Ck Hutchison per l'acquisizione di circa 24.600 torri e siti per le telecomunicazioni mobili in diversi paesi europei, di cui una grande quantità (8.900) in Italia. Nell’operazione a fianco di Ck Hutchinson in Italia hanno agito Freshfields (TLIndex20) per i profili fiscali e antitrust; Linklaters (TLIndex12) per i profili corporate, Tmt e amministrativi.

Il valore complessivo del deal, strutturato in sei operazioni indipendenti, è di circa 10 miliardi di euro, di cui 8,6 miliardi verranno corrisposti in contanti e 1,4 miliardi in azioni, pari al 5% dell’azienda spagnola, di cui Ck Hutchison diventerà azionista. Cellnex nel 2019 si era già rafforzata in Italia, acquisendo 2.200 siti da Iliad, all'interno di una maxi-operazione che comprendeva 10.700 siti e 4.000 torri in Europa.

Clifford Chance in Italia ha assistito Cellnex in particolare per la parte contrattuale e di due diligence, collaborando con un team ampio e multidisciplinare degli uffici di Londra e Barcellona. Il team italiano è stato guidato dal partner Umberto Penco Salvi (in foto), coadiuvato dalla senior associate Angela Benincasa, dagli associate Vittorio Novelli e Carolina Ribaldone (corporate M&A, Milano).

Per la parte di risk management hanno agito per Clifford Chance il senior associate Pasquale Grella con l'associate Giada Scarnera, mentre i profili Ip sono stati curati dal senior associate Andrea Tuninetti Ferrari con gli associate Andrea Andolina e Iolanda D'Anselmo (litigation, Milano). Per gli aspetti di diritto del lavoro ha agito la partner Simonetta Candela con la senior associate Marina Mobiglia (employment, Milano), mentre i profili antitrust sono stati curati dal partner Luciano Di Via con il senior associate Pasquale Leone e l'associate Laura Tresoldi (antitrust, Roma).

Il team di Linklaters, che nell’operazione ha agito a fianco di Ck Hutchison, è stato guidato in Italia dal managing associate Alessandro Gemmo, che si è inoltre occupato dei profili di diritto amministrativo, coadiuvato dal managing associate Saverio Puddu per i profili Tmt, e dall’associate Giulio Politi per i profili corporate.

Freshfields in Italia ha assistito Ck Hutchison in relazione ai profili fiscali italiani dell’operazione, con il team formato dal socio Renato Paternollo e dal senior associate Toni Marciante, mentre il team antitrust, formato dal socio Gian Luca Zampa, dalla counsel Ermelinda Spinelli, dal senior associate Filippo Alberti, dall’associate Luca Villani, sta seguendo gli aspetti merger control, nonché di golden power.

Freshfields cinque anni fa aveva già affiancato Ck Hutchison nella fusione tra 3 Italia e Wind, operazione che ha dato vita a Wind 3, e nella successiva emissione di un bond da 7,3 miliardi di Wind 3.
tags: Clifford ChanceLinklatersFreshfieldsLuciano Di ViaGian Luca ZampaUmberto Penco SalviRenato PaternolloToni MarcianteSimonetta CandelaPasquale LeoneVittorio NovelliErmelinda SpinelliGiulio PolitiAlessandro GemmoLaura TresoldiFilippo AlbertiAngela BenincasaMarina MobigliaCarolina RibaldoneAndrea Tuninetti FerrariLuca VillaniCk HutchisonCellnex TelecomAndrea AndolinaIolanda D'AnselmoGiada ScarneraPasquale GrellaLorena Sarah LoosSaverio Puddu
CLICCA PER CONDIVIDERE




Credits Landlogic IT

RSS

RSS