Governance

Eversheds Sutherland amplia il comitato di gestione

Il numero sale da tre a quattro. Confermata Valentina Pomares. Escono Riccardo Bianchini e Giuseppe Celli che hanno guidato lo studio negli ultimi vent’anni. Entrano Marcello Floris, Guido Galeotti e Sebastiano Sciliberto

29.03.2022

Eversheds Sutherland amplia il comitato di gestione




Eversheds Sutherland (TLIndex80) annuncia la nomina del nuovo comitato di gestione della sua sede italiana. I membri dell’organismo di governance salgono ora a quattro rispetto ai tre rappresentanti presenti negli anni precedenti. Escono dal comitato Riccardo Bianchini Riccardi e Giuseppe Celli, che hanno guidato lo studio negli ultimi vent’anni. Bianchini e Celli restano nello studio come partner. Confermata nel comitato Valentina Pomares (in foto), che era stata nominata executive partner a gennaio dello scorso anno. Di nuova nomina gli altri tre soci: Marcello Floris, Guido Galeotti e Sebastiano Sciliberto.

A Pomares faranno capo le deleghe delle aree marketing, comunicazione e business development. Floris coordinerà i rapporti con il network e lo sviluppo dell’attività all’estero. Si occuperà anche di compliance e applicazione delle procedure. Galeotti sarà il responsabile dell’amministrazione e dell’organizzazione dello studio, anche per gli aspetti legali e commerciali. Sciliberto, invece, assumerà la responsabilità della gestione delle aree amministrazione, finanza e fiscalità.

Lo studio spiega in una nota di aver proceduto al ricambio del comitato direttivo, secondo la consueta prassi di avvicendamento, e che l’ampliamento del numero di membri da tre a quattro è in linea con lo sviluppo e la crescita, anche a livello globale della firm. Nel 2020 lo studio in Italia ha comunicato a TopLegal un fatturato di oltre 15,1 milioni di euro, in crescita del 4,9% dai 14,4 milioni nel 2019.

Pomares svolge la sua attività presso la sede di Milano nel ruolo di co-head del dipartimento di diritto del lavoro dal 2013 accanto a Floris, l'altro co-head del dipartimento Labour, ruolo che riveste in Eversheds Sutherland in Italia dal giugno 2011. Floris ha un'esperienza trentennale nel campo del giuslavoro.

Galeotti, in Eversheds Sutherland dal 2010, ha un'esperienza ultraventennale in M&A, in particolare nei settori chimico, manifatturiero ed energetico, ed è head del dipartimento di diritto dell’ambiente e risorse naturali. Sciliberto, commercialista e co-head del dipartimento Tax della sede di Roma dal 2013, è specializzato nella tassazione delle società e nella fiscalità internazionale, con particolare riferimento agli aspetti tributari delle operazioni di M&A e di riorganizzazione societaria.

Eversheds tre anni fa ha abolito la figura del managing partner, ruolo che è stato ricoperto da Celli dal 2012 fino all'istituzione del comitato direttivo. Prima del 2012 a gestire lo studio è stato a lungo Bianchini, name partner fino al 2015, quando lo studio ha deciso di istituzionalizzare la denominazione facendo cadere dall’insegna il suo cognome. Dal 2017 lo studio in Italia ha adottato il nome Eversheds Sutherland, a seguito della fusione tra le due insegne anglosassoni. Del comitato di gestione, fino alla fine del 2020, accanto a Celli e Bianchini, ha fatto parte anche l'ex partner Marco Franzini, passato a inizio 2021 a Grimaldi.


TopLegal Index

Var. Pos. Studio Punteggio
1 BonelliErede 7,691
2 Chiomenti 6,198
3 Legance 5,425
4 Gianni & Origoni 5,302
5 Dla Piper 4,026
6 Gatti Pavesi Bianchi Ludovici 2,590
7 Dentons 2,549
8 Bird & Bird 2,479
9 Hogan Lovells 2,294
10 Gattai Minoli 2,201
11 Clifford Chance 2,007
12 ADVANT Nctm 1,880
13 Cleary Gottlieb Steen & Hamilton 1,649
14 Orrick Herrington & Sutcliffe 1,639
15 Linklaters 1,553

TOPLEGAL REVIEW

Per ogni numero selezioniamo minuziosamente i temi che interessano davvero gli avvocati d'impresa.

Se conta, ne parliamo.

 

Sei già abbonato? Sfoglia la tua rivista


TopLegal Review edizione digitale
ENTRA | ABBONATI