Marco Nicolini e Riccardo Troiano entrano in Alma
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
10 gen 2022
Lateral

Marco Nicolini e Riccardo Troiano entrano in Alma

Gli ex responsabili del Corporate e Contenzioso di Orrick si portano dietro una squadra di dieci professionisti dagli uffici di Roma. Con loro anche il socio Andrea Rosi Piermartini



Alma (TLIndex198) annuncia l’ingresso di una squadra di dieci professionisti provenienti dall’ufficio romano di Orrick (TLIndex15). A guidare lo spin off, Marco Nicolini (in foto a sinistra) e Riccardo Troiano (in foto a destra), che entrano come nuovi equity partner di Alma rafforzando rispettivamente l’area corporate e il contenzioso. I due professionisti erano partner di Orrick, studio dove ricoprivano ruoli di responsabilità e coordinamento: Nicolini era il capo del team di M&A e private equity di Orrick in Italia; Troiano il responsabile del dipartimento italiano di Contenzioso e arbitrati.

Con loro entra in Alma in qualità di partner Andrea Rosi Piermartini, commercialista e avvocato, anche lui proveniente da Orrick, dove era partner specializzato in operazioni societarie, venture capital e corporate governance. Nicoli, Troiano e Rosi Piermartini hanno tascorso assieme gran parte della loro carriera professionale. Erano entrati nel 2009 negli uffici di Roma di Orrick dopo aver lasciato Tonucci, studio di cui Nicoli e Troaino sono stati fondatori assieme al name partner. Con il loro ingresso il numero di soci di Alma sale a sette.

Fanno parte della squadra proveniente da Orrick Alessandra Quattrini e Riccardo Valle, che saranno of counsel di Alma. Quattrini sarà la responsabile della practice di diritto amministrativo; Valle responsabile dei settori regolati di energia, ambiente e farmaceutico. Quattrini era special counsel di Orrick, mentre Valle of counsel dello studio americano.

Nicolini è stato membro dello European management board di Orrick e capo del team italiano di M&A and private equity. Si occupa di operazioni societarie, fusioni e acquisizioni, processi di quotazione presso i mercati regolamentati, offerta iniziale di azioni al pubblico, collocamento di titoli e obbligazioni, curando anche i rapporti con le relative autorità di vigilanza. Ha fornito assistenza legale al Ministero dell’Economia e delle finanze nelle attività legate alla ricapitalizzazione e al rafforzamento patrimoniale della Banca Monte dei Paschi di Siena e nella relativa privatizzazione. Ha curato – tra le altre – la procedura di privatizzazione e la quotazione di Telecom Italia, Mediocredito Centrale e Cofiri. Da ultimo ha assistito Cdp Venture in relazione al Fondo Rilancio, Fondo Acceleratori e Fondo Tech Transfer.

Troiano è specializzato in diritto commerciale e societario, diritto processuale civile e diritto internazionale privato e processuale/arbitrale. Ha trattato questioni e contenziosi di elevata rilevanza sia economica che industriale. Tra i clienti assistiti negli ultimi anni, Hitachi Rail, Programmi Sanitari Integrati e Inps. Nel 2015 ha ottenuto in Corte Costituzionale il giudizio di incostituzionalità della Decreto "Salva Italia" che aveva imposto il blocco della perequazione automatica per il 2012 e il 2013 dei trattamenti pensionistici di ammontare superiore a circa 1.300,00 euro mensili. È stato uno dei fondatori dell'Istituto superiore di studi sull'arbitrato.

Come Nicolini e Troiano, anche Rosi Piermartini è stato partner di Tonucci e prima ancora socio dello studio di commercialisti Vaglio. Ha iniziato la sua carriera lavorativa come membro del team di controllo di gestione della allora società Aeritalia (poi Alenia e ora divisione di Leonardo).

Il team proveniente da Orrick al seguito dei tre nuovi soci comprende anche cinque associati: Rosario Apuzzo, Alessia Ciranna (labour), Alessandra Fani, Tommaso Luciani e Leonardo Sicco. Completano la squadra altri due associate reclutati sul mercato, Elettra Togni e Francesco Caccamo.

Alma è una società tra avvocati nata nel 2019, affiliata nei primi due anni alla società di consulenza MJ Hudson, per iniziativa dei fondatori Alessandro Corno (ex socio di Dla Piper e Jones Day) e Marco Zechini, anche lui con un passato negli uffici romani di Orrick in qualità di partner.

Con il loro ingresso la boutique amplia l’offerta al corporate/M&A, private equity e al Contenzioso e arbitrati, due practice che vanno ad affiancare l'expertise di Alma su finance e regolamentare, in particolare in settori quali financial services, fondi di investimento, blockchain, fintech e venture capital.

Zechini ha detto che l'obiettivo è sfruttare le sinergie tra le practice della squadra proveniente da Orrick e quelle attualmente esistenti in Alma per cogliere nuove opportunità sul mercato. Corno, managing partner di Alma, ha aggiunto che per lo studio l’ingresso del team da Orrick rappresenta un importante passaggio di categoria per la boutique nata tre anni fa.

Lo spin off del team guidato da Nicolini e Troiano va indebolire la sede romana di Orrick, in particolare nel corporate e contenzioso, e si inserisce nel trend degli ultimi anni che ha visto altre insegne internazionali alleggerire la propria presenza in Italia, in particolare sulla Capitale. L'uscita di Nicolini e Troiano è il secondo addio di peso per lo studio americano in Italia, dopo l'uscita di Gianrico Giannesi, ex head of banking passato due anni fa a Chiomenti. Orrick lo scorso anno ha promosso a soci tre collaboratori e accolto nella partnership Bernadette Accili (tax) da Lms.

tags: OrrickTelecom ItaliaMarco NicoliniAlessandro CornoMarco ZechiniMediocredito CentraleRiccardo TroianoRiccardo ValleAlessandra QuattriniTommaso LucianiRosario ApuzzoFrancesco CaccamoAlessia CirannaAlmaAlessandra FaniAndrea Rosi PiermartiniMj HudsonLeonardo SiccoElettra TogniAleniaAeritaliaCdp VentureCofiri
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
I Edizione Osservatorio Lavoro

Milano

giovedì 09 giugno
I Edizione Osservatorio Lavoro


Credits Landlogic IT

RSS

RSS