Pedersoli e BonelliErede nella jv tra Campari e Moët Hennessy
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
16 lug 2021
Corporate

Pedersoli e BonelliErede nella jv tra Campari e Moët Hennessy

Il gruppo presieduto da Luca Garavoglia, affiancato anche da Cleary Gottlieb per i profili antitrust, conferirà nella nuova società e-commerce la propria partecipazione nella piattaforma Tannico, assistita da Chiomenti


Campari, assistita da Pedersoli (TLIndex22), e Moët Hennessy, affiancata da BonelliErede (TLIndex1) e Cleary Gottlieb (TLIndex12), uno dei principali produttori di champagne e distillati, controllato da Lvmh, hanno creato una joint venture al 50/50 con l’obiettivo di investire in società di e-commerce wine & spirit per costruire un player europeo specializzato in questo canale in crescita. Nell’ambito della partnership, il gruppo Campari, presieduto da Luca Garavoglia, conferirà alla joint venture la propria partecipazione in Tannico, assistita da Chiomenti (TLIndex1).

Tannico è una società focalizzata nella vendita online a nome proprio di vini e spirit premium, la cui acquisizione nel 2020 ha visto il coinvolgimento di Pedersoli con Campari e di Chiomenti a fianco di uno dei principali azionisti, P101 Sgr.

Tannico possiede anche una quota di maggioranza in Ventealapropriete.com, piattaforma di e-commerce per la vendita di vini e liquori premium in Francia. A livello aggregato Tannico e Ventealapropriete.com hanno generato vendite pro-forma di oltre 70 milioni di euro nel 2020, si legge in una nota congiunta delle società.

La joint venture tra Campari e Moët Hennessy mira a costruire un player di e-commerce paneuropeo di fascia alta a favore di tutti i marchi di vino e spirit. Il nuovo business congiunto sarà gestito da un team manageriale esperto guidato da Marco Magnocavallo, attuale Ceo di Tannico, che rimane azionista di minoranza.  

Pedersoli ha agito come advisor legale di Campari con un team guidato dall’equity partner Eugenio Barcellona e composto dal counsel Leonardo Bonfanti, dall’associate Filippo Durazzo. I profili antitrust sono stati seguiti dall’equity partner Davide Cacchioli assieme al partner Alessandro Bardanzellu.

BonelliErede ha agito in qualità di advisor legale di Moët Hennessy con un team guidato dal partner Nicola Marchioro, membro del focus team alta gamma, e composto dagli associate Francesca Ricceri e Alberto Giavaldi.

Cleary Gottlieb ha assistito Moët Hennessy in riferimento agli aspetti antitrust con un team guidato dal partner Romano Subiotto, residente a Bruxelles, e composto dalle associate Elena Chutrova, Laure de Chalendar, Teresa Spolidoro e Julie De Vrieze.

Chiomenti ha agito in qualità di advisor legale di Tannico con un team guidato dal managing counsel Edoardo Canetta con il supporto dell'associate Barbara Ballandi.

Gli ultimi 18 mesi hanno visto il settore vinicolo tornare nel mirino degli investitori. In questo comparto, TopLegal ha contato tra il 2020 e il primo semstre del 2021 quindici insegne legali, tra cui Pedersoli e BonelliErede, coinvolte nelle principali operazioni M&A e nei finanziamenti.

Photo credit: Camparigroup.com multimedia kit.
tags: ChiomentiBonelliEredePedersoliCleary GottliebDavide CacchioliCampariAlessandro BardanzelluLvmhEugenio BarcellonaEdoardo CanettaFrancesca RicceriNicola MarchioroBarbara BallandiLeonardo BonfantiTannicoFilippo DurazzoAlberto GiavaldiMoët Hennessy
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
GDPR Exclusive Community - III edizione

giovedì 16 dicembre
GDPR Exclusive Community - III edizione


Credits Landlogic IT

RSS

RSS