Il ruolo degli in house nelle operazioni di M&A
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
01 lug 2021
Capacità tecniche

Il ruolo degli in house nelle operazioni di M&A

Lo scenario economico in rapido mutamento impone ai giuristi d'impresa e al top management delle imprese di conoscere in modo approfondito le fasi più critiche e gli errori da evitare


Le operazioni di M&A e i progetti di joint venture nei prossimi anni vedranno sempre più al centro professionisti in house in grado di comprenderne la crescente importanza per il successo aziendale. Nel lungo periodo è destinato ad aumentare il numero di imprese italiane che saranno costrette a intraprendere un processo di aggregazione per creare aziende di dimensioni più significative e più competitive a livello globale.

Aziende più grandi e più resilienti nella fasi avverse del ciclo economico, grazie a maggiori capacità di investimento, di innovazione, di penetrazione dei mercati esteri e di diversificazione delle proprie fonti di finanziamento. Il contesto economico post-pandemico, inoltre, dovrebbe spingere le cessioni di aziende, con investitori e imprese pronti a spostare le risorse verso opportunità migliori a livello globale, stando all'ultimo rapporto sul settore di Bain & Company, che si aspetta un incremento nell’attività di M&A nel 2021.

Di fronte a uno scenario economico in costante mutamento, con parte dei circa 191 miliardi di euro del Pnrr che contribuiranno a migliorare la competitività e l'internazionalizzazione delle filiere industriali italiane, il top management delle imprese sarà costretto ad adattarsi rapidamente, seguendo e anticipando il cambiamento.

La gestione di tali processi, infatti, può risultare particolarmente complessa e porta con sé forti responsabilità. In questo contesto, il professionista in house è chiamato ad avere un’accurata conoscenza delle operazioni straordinarie e di business combination, per comprendere le fasi più critiche e gli errori da evitare, e capire quali siano i fattori di successo e le best practice, per potersi relazionare con maggiore efficacia con i consulenti esterni e supportare l’azienda nel processo decisionale.

Queste tematiche (insieme ad altre) saranno trattate nei corsi del "Master in operazioni di M&A e joint-venture societarie", organizzato da TopLegal Acadamy in collaborazione con BonelliErede, Dentons, Gattai Minoli, Gianni & Origoni, Legance, Pavia e Ansaldo, White & Case, con la partecipazione di Bain & Company, Goldman Sachs, Zabban Notari Rampolla, sponsorizzato da Lawlinguists e Todeschini & Bastrenta. Rivolto a general counsel, senior counsel, M&A manager, Ceo, Cfo e direttori amministrativi, il master si svolgerà dal 1° ottobre al 19 novembre per sette giornate di incontri (qui i dettagli).
tags: BonelliEredeLeganceDentonsWhite & CasePavia e AnsaldoGoldman SachsGianni & OrigoniGattai MinoliZabban Notari RampollaBain & CompanyTodeschini & Bastrenta
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
GDPR Exclusive Community - III edizione

giovedì 21 ottobre
GDPR Exclusive Community - III edizione


Credits Landlogic IT

RSS

RSS