Borsa italiana: gli studi più attivi tra Ipo e Opa
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
20 mag 2021
Equity capital markets

Borsa italiana: gli studi più attivi tra Ipo e Opa

Aumenta la domanda di assistenza per portare le imprese fuori da Piazza Affari. Le misure fiscali confermate dal governo continuano invece a sostenere gli approdi di Pmi sul segmento Aim


Il 2021 si sta rivelando come una replica del 2020 per gli studi legali che affiancano le aziende quotate. La domanda di consulenza nei primi mesi dell’anno, soprattutto da parte delle famiglie imprenditoriali, sembra avere una sola finalità: portare le imprese controllate fuori da Piazza Affari e non dentro. Le Opa, il cui scopo è il delisting del titolo, continuano infatti a caratterizzare il comparto, dove si sono registrati pochissimi approdi nell'ultimo biennio sul mercato telematico azionario (Mta), il segmento principale di Borsa italiana. In controtendenza, il segmento Aim dedicato alle Pmi, grazie alle misure fiscali favorevoli confermate dal governo anche per il 2021.

Sul fronte Ipo, la prima ammissione su Mta nel 2021 è stata quella di Philogen, un’operazione che ha visto il coinvolgimento di White & Case (TLIndex24), Linklaters (TLIndex16). Sul segmento Star (small & mid cap) è approdata Seco, con Gatti Pavesi Bianchi Ludovici (TLIndex6) e White & Case. Lca (TLIndex39) ha affiancato Abitarein, nel passaggio dall'Aim al segmento Star, con Grimaldi (TLIndex40) come advisor legale di Intermonte. Orsingher Ortu (TLIndex19) e Skadden, invece, hanno assistito Antares nel passaggio a Mta.

Non mancano segnali di verso opposto. Da inizio anno si sono registrati già due delisting da Mta: quello di Sicit, con Chiomenti (TLIndex2) e Legance (TLIndex4), e quello di Carraro, che ha visto il coinvolgimento di Lms e Gianni & Origoni (TLIndex3). L’Opa su Astm da parte della famiglia Gavio e dei fondi Ardian, con la regia di Chiomenti e BonelliErede (TLIndex1), è anch'essa finalizzata al delisting della società. Chiomenti, inoltre, sta seguendo anche l’Opa di Finpanaria per il delisting di Panaria group.

Lo scorso anno è uscita dalla Borsa Ubi Banca, a seguito dell’Opa lanciata da Intesa Sanpaolo, un’operazione che ha visto in primo piano Pedersoli (TLIndex20) con Ca’ de Sass, e di BonelliErede e Linklaters con Ubi. Tra i delisting a seguito di Opa, si segnala anche l'uscita dalla Borsa di Gedi acquisita da Exor, holding della famiglia Agnelli, affiancata da Pedersoli, ceduta da Cir dei De Benedetti, con Gianni & Origoni. E ancora: il delisting di Gamenet, con Paul Weiss e Latham & Watkins (TLIndex37); quello di Molmed, con Chiomenti e Clifford Chance (TLIndex11) e Gattai Minoli Agostinelli; e l'Opa su Massimo Zanetti Group, con Baker McKenzie (TLIndex13), BonelliErede, Chiomenti, Latham & Watkins e Maisto (TLIndex33).

Il bonus per l’Ipo delle Pmi, che nella forma del credito d’imposta sul 50% delle spese di consulenza sostenute per la quotazione in Borsa delle piccole e medie imprese è stato prorogato di un ulteriore anno, grazie a uno stanziamento di ulteriori 30 milioni di euro, continuerà a sostenere invece gli approdi sul segmento Aim, almeno fino al 31 dicembre 2021. Per ora la misura sembra funzionare: delle 10 Ipo su Borsa italiana contate da inizio anno, otto sono avvenute sul segmento Aim.

Tra gli studi più attivi in questo segmento da inizio anno, Grimaldi con tre Ipo: Acquazzurra, Joinixi, con Roedl per la parte fiscale, e Premia Finance. Gianni & Origoni con due, Almawave e Revo, la Spac promossa da Claudio Costamagna e Alberto Minali attiva nel settore assicurativo; Gattai Minoli Agostinelli l’Ipo di ReeVo (cyber security); Legance quella di Vantea Smart; Ls Lexjus Sinacta quella di Abp Novicelli.

Il mercato Aim, sebbene di ridotte dimensioni, ha registrato negli ultimi anni il maggior numero di collocamenti (22 le Ipo nel 2020, di cui 21 su Aim) e conta, al 18 maggio di quest'anno,146 società con una capitalizzazione di quasi 6 miliardi di euro. Il segmento Star (small & mid cap) di Mta comprende 76 società quotate con una capitalizzazione complessiva pari a circa 50 miliardi.

Photo credit: Ingresso di Palazzo Mezzanotte di paolobon140, licenza Creative Commons 4.0; l'originale si può trovare qui.
tags: ChiomentiLeganceBonelliEredeLinklatersWhite & CaseGrimaldiBorsa ItalianaPedersoliLcaMaistoOrsingher OrtuLs Lexjus SinactaLmsGianni & OrigoniGatti Pavesi Bianchi LudoviciRoedlSkaddenAbitareInAbp NovicelliRevoPanariaRovetta ZanelloAcquazzurraJoinixiPremia FinanceReevoVantea SmartAlmawave
CLICCA PER CONDIVIDERE




Credits Landlogic IT

RSS

RSS