Il Cds conferma lo stop delle multe ai produttori siderurgici
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
28 gen 2020
Antitrust

Il Cds conferma lo stop delle multe ai produttori siderurgici

Coinvolti nel maxi-contenzioso: Ashurst, Chiomenti, Donà Viscardini, Eujus, Gianni Origoni Grippo Cappelli, Grimaldi, De Iure e Pasanisi




Lo scorso 21 gennaio, il Consiglio di Stato ha confermato l’annullamento del provvedimento con cui l’Autorità antitrust aveva sanzionato, con oltre 140 milioni di euro, diverse imprese attive nel settore dell’acciaio, per aver posto in essere, nel periodo 2010-2016, un’intesa unica e complessa, avente ad oggetto il coordinamento delle rispettive politiche commerciali sui mercati nazionali del tondino di acciaio per cemento armato e della rete elettrosaldata. 

La sentenza di appello conferma dunque quanto già deciso in primo grado dal Tar Lazio nel giugno 2018. I giudici amministrativi, respingendo l’appello dell’Agcm, hanno confermato in toto le valutazioni del Tar, sia sul piano procedurale - evidenziando l’eccessiva durata della fase pre-istruttoria - sia sul piano sostanziale, riconoscendo l’assoluta infondatezza ed irragionevolezza dell’accertamento dell’Autorità.

Alfa Acciai è stata difesa da Gianni Origoni Grippo Cappelli, con un team composto dai partner Piero Fattori, Matteo Padellaro e Marco Martinelli, nonché dall’associate Mariachiara Goglione.

Feralpi Siderurgica e Ori Martin Acciaieria e Ferriera di Brescia sono state assistite da Grimaldi con il managing partner Francesco Sciaudone, Andrea Neri e il counsel Flavio Iacovone, nonché da Gianluca Belotti di Eujus.

Ferriera Valsabbia è stata affiancata da Ashurst con un team composto dal partner Denis Fosselard, dal counsel Gabriele Accardo, nonché dall'associate Giulia Carnazza.

Ferriere Nord e Fin.Fer. sono state assistite da Gop e da Donà Viscardini (Dovislex). Il team Gop era composto dai partner Alberto Pera, Antonio Lirosi e Salvatore Spagnuolo nonché dall’associate Andrea Pezza; il team di Dovislex dai partner Wilma Viscardini e Gabriele Donà e dalla senior associate Barbara Comparini.

Industrie Riunite Odolesi (Iro) è stata assistita da Chiomenti, con l’of counsel Stefania Bariatti, il partner Filippo Brunetti e il counsel Emilio Cucchiara.

Riva Acciaio è stata difesa da un team composto da Bernardino Pasanisi di Pasanisi e da Berardino Iacobucci di De Iure.
tags: Gianni Origoni Grippo CappelliChiomentiGrimaldiAshurstAgcmFrancesco SciaudoneAntonio LirosiPiero FattoriStefania BariattiFilippo BrunettiMarco MartinelliMatteo PadellaroEmilio CucchiaraSalvatore SpagnuoloAlberto PeraDenis FosselardFlavio IacovoneAndrea PezzaAndrea NeriGiulia CarnazzaGabriele AccardoGianluca BelottiFerriere NordFerriera ValsabbiaFeralpi SiderurgicaAlfa AcciaiRiva AcciaioEujusDonà ViscardiniBernardino PasanisiBerardino IacobucciBarbara CompariniGabriele DonàWilma ViscardiniOri Martin AcciaieriaDe IureIndustrie Riunite OdolesiFin.Fer.Ori Martin Acciaieria e FerrieraMariachiara Goglione
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
Master in Tech Law & Digital Transformation

Roma

venerdì 13 marzo
Master in Tech Law & Digital Transformation
Investigazioni interne aziendali. La tutela della società tra finalità perseguibili, tecniche di svolgimento, utilizzabilità processuali e strategie di azione

Milano

martedì 31 marzo
Investigazioni interne aziendali. La tutela della società tra finalità perseguibili, tecniche di svolgimento, utilizzabilità processuali e strategie di azione


https://www.toplegal.it/upload/allegati/TopLegal%20Awards%202019%20Special%20Edition.pdf

https://toplegalitalia-ita.newsmemory.com/
https://www.amazon.it/dp/8894429709

Credits Landlogic IT

RSS

RSS