venerdì 23 agosto 2019
cerca aziende studi professionisti
ACCEDI | REGISTRATI AL SITO
No a Siemens-Alstom, Caiazzo con Hitachi in Commissione europea
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
08 feb 2019
Antitrust

No a Siemens-Alstom, Caiazzo con Hitachi in Commissione europea

Lo studio ha assistito Hitachi e Ansaldo Sts, con i rispettivi team in-house coordinati per Ansaldo Sts da Filippo Corsi e per Hitachi Rail Italy da Sergio Paolini



Caiazzo Donnini Pappalardo ha assistito Ansaldo Sts e Hitachi Rail Italy nel procedimento di valutazione della concentrazione Siemens/Alstom dinanzi alla commissione europea, conclusosi con il divieto dell’operazione. 

Le società sono state assistite da un team composto dal partner Rino Caiazzo (in foto), dal counsel Daniele Pilla e dall’associate Enrico Di Tomaso. I rispettivi team in-house sono stati coordinati, per Ansaldo Sts, da Filippo Corsi (senior vice president, general counsel and chief compliance officer) e Cristiano Crinisio (head of Ceo office), per Hitachi Rail Italy, da Sergio Paolini (general counsel, senior vice president legal, corporate and compliance) e Pierfrancesco Garimberti (vice president strategies & project financing strategies, sales & program management). 

Ansaldo Sts e Hitachi Rail Italy sono intervenute nel procedimento in qualità di soggetti terzi controinteressati, in quanto dirette concorrenti di Siemens ed Alstom nei vari mercati interessati dall’operazione (i settori del segnalamento ferroviario e del materiale rotabile). L’operazione, infatti, avrebbe comportato la concentrazione dei due principali operatori europei del settore ferroviario determinando la creazione di un operatore in posizione dominante in alcuni mercati del segnalamento ferroviario e nel mercato della produzione di treni ad altissima velocità. 

Nel corso dell’istruttoria la Commissione ha evidenziato numerose criticità concorrenziali potenzialmente derivanti dalla concentrazione notificata, ritenuta suscettibile di ostacolare in modo significativo la concorrenza nei mercati rilevanti, nei quali, post concentrazione, la pressione competitiva esercitata dagli altri concorrenti non sarebbe stata sufficiente ad assicurare una concorrenza effettiva. Al fine di rimuovere le riserve espresse dalla commissione, Siemens ed Alstom avevano offerto misure correttive che, tuttavia, sono state ritenute insufficienti.  

tags: Commissione europeaCaiazzo Donnini PappalardoRino CaiazzoAnsaldo StsDaniele PillaFilippo CorsiAlstomSiemensHitachi Rail ItalyEnrico Di TomasoPierfrancesco GarimbertiSergio PaoliniCristiano Crinisio
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
I Edizione Master in Intellectual Property & Copyright

Milano

venerdì 27 settembre
I Edizione Master in Intellectual Property & Copyright
Corruzione pubblica e corruzione dei privati: la nuova disciplina

Milano

martedì 22 ottobre
Corruzione pubblica e corruzione dei privati: la nuova disciplina
Master in Banking & Finance

Milano

venerdì 25 ottobre
Master in Banking & Finance
Master in Tech Law & Digital Transformation

Milano

venerdì 25 ottobre
Master in Tech Law & Digital Transformation


https://www.toplegal.it/eventi/25861/master-in-tech-law-digital-transformation

https://www.toplegal.it/upload/banner/300x100/toplegal_online_advert_june19.pdf
https://www.toplegal.it/adv/pdf/TopLegalFocusPenale2019.pdf

https://www.amazon.it/dp/8894429709

https://www.toplegal.it/upload/allegati/TopLegalAwards2018Special.pdf

Credits Landlogic IT

RSS

RSS