TopLegal Awards, i vincitori di Milano
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
20 nov 2018
Edizione 2018

TopLegal Awards, i vincitori di Milano

È Dentons lo studio legale dell’anno. Mentre Bruno Gattai ha primeggiato come professionista. L’accento nella valutazione dei finalisti è stato posto sull’innovazione


Nella serata di ieri sul palco degli East End Studios di Milano si è svolta la prima serata di proclamazione dei vincitori della XII edizione dei TopLegal Awards che, come ogni anno, si è rivelata una preziosa occasione per ripercorrere l’operato degli studi legali e tributari e dei loro professionisti, valorizzando la qualità della consulenza e assistenza prestata ai clienti. 

È Dentons lo studio italiano dell’anno, apprezzato per il suo modello policentrico, unico nel panorama legale. Mentre Deloitte Legal si è aggiudicato il premio per l’innovazione, grazie all’integrazione di in2Law, con cui ha creato la formula degli "in house on demand", che offrono i servizi di accompagnamento legale tipici di un in house, ma con la flessibilità di rapporto di un consulente esterno. In entrambi i casi ciò che ha più colpito i componenti della commissione tecnica è l’innovazione delle due proposte.

Valutando, invece, i professionisti, la giuria ha apprezzato soprattutto quelli il cui lavoro denota la capacità di immedesimarsi nelle concrete esigenze del business, superando lacune normative e una giurisprudenza incardinata in principi risalenti alla prima metà del secolo scorso, che non sempre può essere agilmente calata nelle esigenze contemporanee delle aziende. Nella categoria dei premi individuali, in particolare, si sono distinti Bruno Gattai di Gattai Minoli Agostinelli come professionista dell’anno, Alessandro De Nicola di Orrick Herrington & Sutcliffe come managing/senior partner dell'anno e Luca Amicarelli di Gianni Origoni Grippo Cappelli come professionista emergente dell'anno. 

Quest’anno, dal confronto con la commissione tecnica, è emersa con forza anche l’importanza delle politiche di corporate social responsibility adottate dagli studi. Una particolare attenzione, quindi, è stata posta nella valutazione delle categorie Pro bono, Diversity e Best place to work, dove hanno vinto rispettivamente Baker McKenzie, Bird & Bird e Hogan Lovells.

In attesa della seconda serata di premiazione, che si svolgerà a Roma il 27 novembre, è possibile consultare l’elenco dei primi vincitori sul sito dei TopLegal Awards.

tags: Gianni Origoni Grippo CappelliGattai Minoli AgostinelliDentonsHogan LovellsBird & BirdBaker McKenzieBruno GattaiOrrick Herrington & Sutcliffealessandro De NicolaDeloitte LegalLuca Amicarelli
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi

Milano

giovedì 28 novembre
"Let’s my People Go surfing”: perché gli obiettivi liberano i dipendenti
Master in operazioni di M&A e joint-venture societarie

Milano

venerdì 21 febbraio
Master in operazioni di M&A e joint-venture societarie
Master in Data Protection Officer e Privacy Matter Expert - IV edizione

Milano

venerdì 28 febbraio
Master in Data Protection Officer e Privacy Matter Expert - IV edizione


https://www.toplegal.it/upload/allegati/toplegal_online_advert_sept19.pdf

http://www.economiaefinanza.org/evento/meetingacef2019/
https://www.amazon.it/dp/8894429709

Credits Landlogic IT

RSS

RSS