mercoledì 23 gennaio 2019
cerca aziende studi professionisti
ACCEDI | REGISTRATI AL SITO
Dentons lancia un tool per la trasparenza
aumenta testo riduci testo stampa sep genera pdf sep segnala sep
07 nov 2018
Interviste

Dentons lancia un tool per la trasparenza

Andrea Fiorelli a TopLegal: «Il tool è stato creato per fornire in modo semplice una panoramica dello stato di attuazione della quarta direttiva antiriciclaggio nei vari Paesi dell'Ue»

 

Dentons ha lanciato un nuovo tool online che consente di consultare e confrontare le leggi sul registro per la trasparenza nei diversi paesi dell'Unione Europea. Lo strumento interattivo ad oggi copre 13 paesi dell’Ue in cui Dentons è presente.

La quarta direttiva antiriciclaggio - Direttiva (Ue) 2015/849 – impone agli stati membri dell’Ue l’introduzione di un registro nazionale per la trasparenza e il recepimento dei requisiti nella loro legislazione nazionale. Di conseguenza, nei vari paesi sono stati adottati approcci differenti, rendendo complicato per le aziende monitorare gli obblighi nelle diverse giurisdizioni. 

Il tool interattivo di Dentons ha proprio l'obiettivo di aiutare le imprese a comprendere i requisiti del registro per la trasparenza nei diversi paesi dell'Ue, consentendo loro di adottare le misure più appropriate.

Andrea Fiorelli (in foto), partner di Dentons e capo della practice di tax in Italia, raggiunto da TopLegal, ha raccontato più nel dettaglio come funziona questo nuovo strumento e gli obiettivi che si pone.

 

Come nasce l'idea di questo nuovo tool online?
In un contesto di crescente trasparenza in ambito finanziario e fiscale, il panorama normativo di riferimento si è progressivamente focalizzato sulla identificazione delle persone fisiche che operano dietro le persone giuridiche in termini di beneficial ownership. In questo trend, recenti vicende quali lo scandalo Panama Papers, hanno ulteriormente incentivato anche l’Unione Europea a intervenire per fornire sempre maggiore trasparenza in tale specifico ambito. Ancor prima della direttiva Atad, la Direttiva (Ue) 2015/849 antiriciclaggio, infatti, cerca di identificare le persone fisiche che esercitino la proprietà o il controllo su una persona giuridica per combatterne gli abusi per frode o evasione fiscale. Il tool di Dentons è stato creato per fornire in modo semplice una panoramica dello stato di attuazione della Direttiva nei vari Paesi dell'Ue e per illustrare i requisiti e il processo di registrazione delle imprese ai diversi registri nazionali per la trasparenza. 

Quali problemi principali cerca di risolvere?
Mentre tutti i paesi dell'Ue devono raggiungere gli obiettivi stabiliti dalla direttiva, compresa l'attuazione di un registro nazionale per la trasparenza, spetta agli stati membri dell'Ue recepire i requisiti nelle loro leggi nazionali. Di conseguenza, i paesi hanno adottato diversi approcci, cosa che rende difficile per le aziende monitorare i loro obblighi in diverse giurisdizioni. Il nostro tool online, sviluppato grazie alla collaborazione di un team cross-border, consente di confrontare fino a tre paesi alla volta, aiutando le imprese ad adottare le misure più appropriate.
 
Quanto conta per lo studio investire in misure di prevenzione anti-riciclaggio?
Questo strumento è una risorsa utile per tutte le società e i fondi di private equity che intendono investire nei mercati Ue poiché consente di semplificare il procedimento di due diligence dei partner commerciali e rispettare i loro obblighi legali in materia antiriciclaggio. È nel dna di Dentons fornire ai clienti una assistenza business oriented, innovando la professione legale e adottando tecnologie direttamente utili alle imprese per raggiungere i propri obiettivi.
 
In generale, quanto è importante oggi per uno studio legale investire in nuove tecnologie?
L’innovazione tecnologica rappresenta un valore aggiunto in termini di efficienza e produttività anche in ambito legale. Consapevoli che il settore dei servizi legali non beneficia a sufficienza dell’apporto tecnologico, in Dentons abbiamo deciso di investire in start-up innovative, attraverso il fondo di venture capital Nextlaw Ventures, e in sviluppo di prodotti di nuova generazione con l’avvio nel 2015 di Nextlaw Labs, un acceleratore per start-up focalizzato sullo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche per i servizi legali. 

 
tags: DentonsAndrea Fiorelli
CLICCA PER CONDIVIDERE


eventi
Connettività e IoT: sfide Antitrust e IP per le imprese

Milano

giovedì 24 gennaio
Connettività e IoT: sfide Antitrust e IP per le imprese
Trade Wars: le nuove dinamiche internazionali e la guerra dei dazi

Milano

mercoledì 06 febbraio
Trade Wars: le nuove dinamiche internazionali e la guerra dei dazi
Trade Wars: le nuove dinamiche internazionali e la guerra dei dazi

Roma

mercoledì 13 febbraio
Trade Wars: le nuove dinamiche internazionali e la guerra dei dazi
II Edizione Master in Data Protection Officer e Privacy Matter Expert

Roma

venerdì 15 febbraio
II Edizione Master in Data Protection Officer e Privacy Matter Expert
Master in operazioni di M&A e joint-venture societarie

Milano

venerdì 22 febbraio
Master in operazioni di M&A e joint-venture societarie


http://www.toplegal.it/news-speciali
http://www.toplegal.it/upload/banner/300x100/toplegal_online_advert_june18.pdf

https://www.toplegal.it/eventi/25182/master-in-operazioni-di-ma-e-joint-venture-societarie

https://www.toplegal.it/upload/allegati/TopLegal%20Focus%20Tax%202018.pdf

Credits Landlogic IT

RSS

RSS