Farmaceutico e Biomedicale  |  IP  |  Lavoro  |  Penale  |  Real Estate  |  Ristrutturazioni  |  TAX  |  TMT
clicca per accedere alle classifiche

Banking, Finance, Assicurativo

Commerciale, Contrattualistica, Ip

Societario

Arbitrati Internazionali

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Arbitrati nazionali

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Banking, Finance, Assicurativo

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Commerciale, Contrattualistica, Ip

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3

Societario

Fascia 1
Fascia 2
Fascia 3
SCENARIO 

Contenzioso

le specializzazioni
Arbitrati Internazionali / Arbitrati nazionali / Banking, Finance, Assicurativo / Commerciale, Contrattualistica, Ip / Societario
L'ANCORA DEI BILANCI

In controtendenza con la crisi generale, il contenzioso fa stare a galla gli studi legali. Mentre l’internazionalizzazione delle dispute favorisce un mercato mondiale redditizio. L’arbitrato ne fa la parte del leone

 

 I dipartimenti di litigation degli studi legali sono tra i più redditizi e, in alcuni casi, gli unici che permettono di chiudere il bilancio con un segno positivo. L’indagine pubblicata dal Centro Studi sul Contenzioso non accenna a cambiare quindi la tendenza registratasi nel marzo 2013. A permettere alle controversie di attestarsi a livelli sempre più crescenti incidono diverse variabili. Prime fra tutti, l’incertezza e la complessità del quadro normativo e regolamentare generale e la criticità del contesto economico e finanziario per le imprese. A questi fattori si aggiunge l’attivismo delle Procure, specie in relazione ad appalti pubblici e asserite frodi fiscali, rivolto in maniera crescente verso i gruppi multinazionali, soprattutto in ambito finanziario e tributario.

Nel contesto del contenzioso finanziario, la profonda crisi ha avuto effetti trasversali tra i quali quello di esasperare ulteriormente il rapporto tra investitori e sistema bancario. La continua decrescita del credito ha portato i risparmiatori ad aumentare il contenzioso con le banche per il settore degli investimenti e dei prestiti.

Tra il 2012 e il 2014 si sono aggiunti nuovi fronti di attrito – le polizze assicurative a contenuto finanziario, l’anatocismo e l’usura bancaria – mentre continuano a far discutere i nodi classici, quali default di bond e derivati. Proprio su quest’ultimo filone d’indagine, è di recente balzato alle cronache il ribaltamento, con la piena assoluzione da parte dei giudici della Corte di Appello di Milano, della sentenza di primo grado che aveva condannato Deutsche Bank, Depfa, Jp Morgan, Ubs e nove dirigenti bancari per truffa sui contratti derivati stipulati da Palazzo Marino. La vicenda ha visto la partecipazione di accreditate squadre di civilisti e penalisti.

Tra le novità legislative che ha maggiormente calamitato l’attenzione degli specialisti del contenzioso societario e commerciale, l’introduzione
nel settembre 2012 delle Sezioni specializzate in materia di impresa. Decisione motivata dall’esigenza di affidare controversie particolarmente delicate a giudici con specifiche competenze ed esperienze. In particolare, si tratta di liti in materia di diritto della proprietà intellettuale, diritto della concorrenza e diritto societario, tutte in forte ascesa, così come le azioni scaturite da inadempimento contrattuale che si attestano a livelli maggiori rispetto al 2012.

In particolare, il 2013 è stato protagonista di un’esplosione di controversie derivate da patti settori e mercato settori e mercato parasociali, liti fra soci e azioni di responsabilità contro ex amministratori. Nel giugno scorso è stato raggiunto l’accordo fra Tronchetti Provera e i Malacalza per lo scioglimento della partnership in Gpi Camfin, ennesimo capitolo di una saga che ha visto scendere in campo tra i più autorevoli contenziosisti e arbitri italiani. 
Altra disputa societaria che ha cambiato il volto del nostro paese, coinvolgendo alcuni tra i più quotati consulenti, è stata la guerra di Segrate sul lodo Mondadori. Dopo che la Cassazione, nel settembre 2013, aveva stabilito per Fininvest il risarcimento di 494 milioni di euro alla società della famiglia De Benedetti, nel dicembre successivo Cir ha avviato presso il tribunale di Milano una nuova causa civile contro Fininvest per i danni non patrimoniali subiti e quantificati in circa 30 milioni di euro.

Se il contenzioso civile è da sempre argomento di approfondimento e di analisi, il mercato ha fatto emergere l’importanza dell’istituto dell’arbitrato. Sebbene non superi ancora la risoluzione civile delle controversie, l’alternativa arbitrale ha subito, tra il 2012 e il 2014, un’impennata notevole. Rispetto a due anni fa, si estendono i settori su cui si preferisce l’arbitrato alla controversia ordinaria, prima fra tutti la materia dei contratti internazionali di appalto e di infrastrutture, di protezione di investimenti e di energia. Inoltre, aumentano gli
arbitrati amministrati dalle Camere, preferibili per costi minori e predeterminati, maggior efficacia, maggiore controllo e imparzialità, a discapito degli arbitrati ad hoc gestiti tramite gli accordi tra le parti.

 

Il mercato legale
A fronte di una generale dinamicità dei mandati, gli studi legali, anziché attingere a risorse esterne, si sono adoperati per specializzarsi al loro interno determinando una maggiore compenetrazione delle squadre di contenzioso con le altre practice. Tra il 2012 e il 2014, quattro insegne italiane hanno messo in atto una politica di reclutamento. d’Urso Gatti e Bianchi ha accolto Valeria Mazzoletti, uscente da Pedersoli & Associati, come nuovo capo dipartimento, conquistandosi una posizione sul podio del contenzioso societario. Un investimento sul mercato dell’Ip per Nctm ha portato in studio Lorenzo Attolico, proveniente da R&p Legal dove era stato managing partner. Giovanni Carcaterra, dopo quasi cinque anni, ha lasciato Orrick Herrington & Sutcliffe per rafforzare il contenzioso di Lca Lega Colucci. A incrementare le fila del dipartimento della boutique di Riolo Calderaro Crisostomo è giunto Gennaro Arcucci, uscito da Bernascone & soci.

Anche alcuni studi internazionali hanno deciso di attingere ai lateral hire per mettere il contenzioso a servizio del proprio core business. Apripista di questa tendenza è stato Linklaters che ha creato ex novo il dipartimento affidando la guida ad Alessandro Villani, uscito da Gianni Origoni Grippo Cappelli & partners. Un altro importante ingresso è stato messo a segno da Ernst & Young con Massimiliano Marinozzi, ex Hogan Lovells, allo scopo di accrescere il proprio ruolo nel mercato italiano dei servizi legali. Più di recente Mariafrancesca De Leo ha lasciato Riolo Calderaro Crisostomo per passare nelle fila di Eversheds Bianchini. Un discorso a parte riguarda gli spin off del 2013. Ha fatto il debutto nel settore la boutique Cavallini e Zattoni, composto da Cesare Cavallini e Enrico Zattoni, contenziosista uscente da Labruna Mazziotti Segni (ora Lms). La novità nell’ambito arbitrati – che si contraddistingue per la netta superiorità del singolo sulla squadra – è stata la nascita di Arblit, insegna specializzata in arbitrato e contenzioso internazionale, fondata da Luca Radicati di Brozolo e Michele Sabatini, entrambi uscenti da Bonelli Erede Pappalardo.

 

I casi discussi: Mps, Seat, Generali
Il filo conduttore che accomuna Monte dei Paschi di Siena, Seat Pagine Gialle e Generali, tre dei maggiori pilastri dell’economia italiana, riguarda un’area su cui il contenzioso si è infervorato nell’ultimo anno: il controllo e l’azione di responsabilità nei confronti di ex amministratori. Il primo, in ordine di tempo, è stato il gruppo Generali, che ha chiesto parere a ben cinque studi legali (tra cui Bonelli Erede Pappalardo e Portale Visconti) per sondare la responsabilità di Giovanni Perisinotto e Raffaele Augusti, rispettivamente ex amministratore delegato ed ex direttore generale di Generali, indagati poi, dalla Procura di Trieste, per ostacolo alla vigilanza.

A inizio marzo 2014 è stata la volta di Fondazione Monte dei Paschi di Siena, che ha chiesto un parere legale allo studio De Nova in merito all’eventuale azione di responsabilità contro gli ex vertici, Jp Morgan e altri 12 istituti di credito; la Fondazione è pronta a chiedere quasi 750 milioni di euro agli ex organi amministrativi dell’ente e agli istituti di credito che hanno assistito la banca durante le operazioni del triennio 2008-2011. Appena qualche giorno dopo, l’assemblea ordinaria di Seat Pagine Gialle ha deciso di procedere con l’azione di responsabilità nei confronti di 17 degli ex amministratori del gruppo, inclusi l’ex amministratore delegato Luca Majocchi e l’ex presidente, avvocato Enrico Giliberti. Le cause sono state affidate allo studio legale Franchini che, con il professor Fabio Franchini e l’avvocato Ettore Maria Negro, ha curato la relazione sulla proposta di azione di responsabilità, che copre il periodo dal 2003 al 2012 e ipotizza un danno di 2,4 miliardi di euro.

 

L'indagine integrale sul Contenzioso pubblicata da TopLegal Review (aprile 2014) è disponibile qui

Contenzioso
Allen & Overy
LO STUDIO: squadra «affiatata e scrupolosa» in prima linea sui contenziosi finanziari. Conta fra gli assistiti Ing bank, Santander Cile e Deutsche bank e Nomura international che ha affiancato nell’azione promossa dal Monte dei Paschi di Siena per la presunta responsabilità extracontrattuale, in relazione a un’operazione di ristrutturazione di uno strumento finanziario. La richiesta di risarcimento ammontava a 600 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: Pasquale Cardellicchio riscuote successo tra i concorrenti per l’autonomia e la bravura nelle liti finanziarie. Ha assistito una primaria banca di investimento internazionale per violazione della normativa sui servizi di investimento promossa da una fondazione bancaria italiana che ha investito nei derivati. Massimo Greco è apprezzato per la velocità mentale e l’atteggiamento «intelligente e brillante» in udienza. «Massa critica» della squadra, ha assistito Ing bank in relazione ad un ricorso d’urgenza presentato da una primaria società italiana operativa nel settore dei trasporti, per bloccare il pagamento di controgaranzie bancarie per oltre 38 milioni di euro.
Ashurst
LO STUDIO: «sa gestire le urgenze» afferma un operatore telefonico. Lavora nel contenzioso finanziario, societario e commerciale dove garantisce un’impostazione «seriosa e minuziosa». Intesa Sanpaolo, Lloyd's, Imperial tobacco Italia e Saeco international group sono tra i clienti più blasonati. La squadra ha difeso Deutsche bank e Finanza & Futuro banca in un contenzioso contrattuale e regolamentare inerente servizi di investimento in prodotti finanziari.

I PROFESSIONISTI: Francesco De Gennaro «fa da tutore» nel contenzioso commerciale. Ha seguito Hertz nel giudizio instaurato da Aeroporti di Roma per il pagamento di diritti dovuti in virtù di un contratto di sub concessione di spazi aeroportuali. Piena soddisfazione dei clienti per Ilario Giangrossi («di elevato acume»). Spicca nelle cause finanziarie e societarie dove dimostra una «brillante analisi giuridica dei casi e un’ottima gestione processuale». Si è schierato vittoriosamente con H3g in un giudizio inerente a un contratto di agenzia. 
Baker McKenzie
LO STUDIO: segnalato per l’approfondimento giuridico e la capacità di fornire soluzioni alternative, si posiziona tra i dipartimenti attivi nel contenzioso commerciale e nell’arbitrato. La squadra è stata ingaggiata per inadempimenti contrattuali e accertamento del diritto di proprietà. 

I PROFESSIONISTI: Claudio Camilli rientra tra i quotati esperti di arbitrati nazionali.

Bird & Bird
LO STUDIO: focalizzato sul contenzioso commerciale e contrattuale, dimostra velocità di esecuzione e capacità di integrarsi con la struttura aziendale. Tra i clienti assistiti compaiono blasonate aziende farmaceutiche, delle telecomunicazioni, del servizio pubblico, tessili e alimentari.  

I PROFESSIONISTI: Osvaldo Lombardi, referente prediletto nelle dispute commerciali, ha affiancato una nota società farmaceutica per problematiche contrattuali verso i clienti della compagnia per tutto il territorio nazionale, inclusi gli enti pubblici. Giovanni Piazza «fa quadrato intorno al cliente», afferma un’azienda informatica, mentre un competitor gli riconosce un’autorevolezza e una sicurezza in udienza. Ha seguito Aurobindo pharma in accordi generali di risoluzione riguardanti precedenti relazioni con fornitori.

BonelliErede
LO STUDIO: conferma la reputazione «testata e comprovata» nel contenzioso societario e commerciale, così come nell’arbitrato internazionale. «Difficile da battere», sostiene un cliente, «offre il miglior servizio al minor tempo e sforzo possibile». Banche nazionali, persone fisiche, fondi stranieri di private equity e assicurazioni colmano il portafoglio clienti. 

I PROFESSIONISTI: «oratore eccezionale», Vittorio Allavena spicca per l’approccio strategico e l’intelligenza in dibattimento dove «sa sempre cosa dire e quando dirlo», dichiara una ditta edile. «Analista» della squadra è Franco Bonelli, «esamina ogni dettaglio e ha una cura estrema del cliente». Esponente «operativo» dell’arbitrato internazionale, Antonio Crivellaro è considerato «un saggio» da un’impresa di costruzioni per l’esperienza consolidata alle spalle. «Sa il fatto suo» Laura Salvaneschi, presenza fissa in numerose cause societarie e commerciali dove «si pone con diplomazia». Chiude il cerchio, Giuseppe Sbisà, «di grande impatto» nel contenzioso societario.
Carnelutti
LO STUDIO: ha intercettato mandati di natura societaria e commerciale, difendendo persone fisiche, produttori energetici, aziende telefoniche ed enti pubblici. La squadra ha assistito Eni in una procedura di recupero crediti per un importo superiore a 7 milioni di euro contro la Regione Sicilia a seguito del mancato pagamento della fornitura di gas per il funzionamento dell’impianto di dissalazione di Trapani.

I PROFESSIONISTI: Federico Banti raccoglie segnalazioni sulle dispute societarie. Ha assistito Fiducia, fiduciaria del gruppo Carismi, nell’ambito di un giudizio di impugnazione di una delibera di ricostituzione del capitale sociale di Vukisa, società appartenente al gruppo Filippi e attivo nel settore chimico, avanti al Tribunale di Pisa. Margherita Bariè, «ferrata» nelle liti commerciali e societarie, ha difeso Private engineering office, ente pubblico del Qatar, nella causa intentata da Cassina la quale era stata incaricata di arredare il Palazzo del governo dello Stato del Qatar, commessa eseguita solo parzialmente. 

Chiomenti
LO STUDIO: è impegnato nel contenzioso commerciale e societario al fianco di clienti appartenenti al settore del turismo (Moby), del mondo finanziario (Unipol assicurazioni) e alimentare (Cova). «Standing elevato» anche sull’arbitrato.  

I PROFESSIONISTI: il «poliedrico» Andrea Bernava assume un ruolo centrale, a detta dei competitor, nel contenzioso societario e commerciale dove «sa gestire il rischio». Insieme all’altro favorito delle dispute societarie, Silvio Martuccelli, hanno difeso la pasticceria Cova nella lite contro Prada. Il «gotha» dell’arbitrato internazionale è Andrea Giardina, dall’esperienza indiscussa e ribadita a gran voce dai competitor. 
Cleary Gottlieb Steen & Hamilton
LO STUDIO: la gestione «intelligente» della difesa lo rende uno dei dipartimenti internazionali più quotati nel contenzioso societario e commerciale. È un referente prediletto anche negli arbitrati nazionali e internazionali, grazie al network articolato. Variegato il portafoglio clienti: da istituti bancari (Hsbc, Intesa Sanpaolo e Dexia), a colossi della moda (Gucci) a multinazionali energetiche (Snam). 

I PROFESSIONISTI: «tra i migliori in circolazione», Ferdinando Emanuele è acclamato da clienti e competitor quale difensore in arbitrati nazionali e internazionali complessi. Ha affiancato la multinazionale quotata Abengoa solar Espana nella controversia che la opponeva alla società italiana One consulting, e il cui lodo arbitrale internazionale Icc è stato dichiarato efficacie in Italia. «Di ampio spettro internazionale», Carlo Santoro si conquista il podio negli arbitrati esteri. Ha difeso vittoriosamente la Repubblica Argentina davanti al Consiglio di Stato contro il ricorso presentato dal Codacons. Il ricorso richiedeva l’annullamento del prospetto informativo dell’offerta pubblica di scambio volontaria promossa dalla Repubblica Argentina nel 2005.
Clifford Chance
LO STUDIO: conferma una conclamata esperienza nel contenzioso finanziario ed è impegnato anche in cause contrattuali. Segnalato dal mercato per l’assistenza a Standard & Poor’s in relazione a un vasto numero di richieste di risarcimento danni derivanti dal fallimento Lehman e avanzate da investitori che avevano acquistato titoli della banca. 

I PROFESSIONISTI: Carlo Felice Giampaolino «non lascia nulla in sospeso», sostiene una compagnia energetica, e colpisce gli assistiti per la versatilità e la dimensione internazionale dell’approccio. Ha assistito un operatore di servizi bancari in vicende contrattuali. Fabio Guastadisegni primeggia nel contenzioso finanziario al fianco di compagnie assicurative come Ubs insurance life. 

Craca Di Carlo Guffanti Pisapia Tatozzi
LO STUDIO: dal taglio finanziario, colpisce gli assistiti per la cura «minuziosa» della causa e la «brillante» strategia processuale. Ingaggiato anche nelle dispute contrattuali e commerciali, ha assistito note società attive nel settore degli investimenti e autorevoli banche nazionali in cause finanziarie. 

I PROFESSIONISTI: secondo i clienti, le sue doti rendono Alfredo Craca «vincente» al tavolo negoziale grazie a soluzioni «innovative» anche in controversie comuni. Ha affiancato Mid capital partners nell’impugnativa di delibere societarie. «Grande» e «instancabile» nella strategia processuale, Vittorio Pisapia si conquista la stima dei colleghi nelle cause finanziarie. Ha difeso una banca nazionale in un’azione in materia di simulazione e revocatoria di contratto di compravendita e di ipoteca. 
Curtis Mallet-Prévost Colt & Mosle
LO STUDIO: ha fatto dell’arbitrato internazionale il tratto distintivo della sua attività, affiancandosi ad autorità governative, multinazionali farmaceutiche ed energetiche che difende nelle maggiori camere arbitrali e tribunali internazionali. «Ben piazzato» sul contenzioso commerciale. 

I PROFESSIONISTI: Galileo Pozzoli «gioca un ruolo cruciale negli arbitrati». Ingaggiato dai clienti per la specializzazione nel settore energetico, ha  assistito la Repubblica dell’Uganda in un arbitrato internazionale Icsid promosso dalla società petrolifera Tullow Uganda Operations Pty quotata alla borsa di Londra. Lo ha affiancato Michele Edoardo Tamburini, operativo in cause commerciali e contrattuali. 

De Berti Jacchia Franchini Forlani
LO STUDIO: «tra i pochi a saper gestire un contenzioso internazionale», ammette un’impresa di costruzioni. L’area di intervento spazia dal commerciale e societario all’arbitrato, nazionale e internazionale. 

I PROFESSONISTI: Michelangelo Cicogna dimostra, in sede di arbitrato, un approccio «orientato al risultato». Qualificato arbitro e avvocato di arbitrato, Giovanni De Berti non delude le aspettative dei clienti e delle controparti. «Multitasking», Maria Cristina Franchini spicca nel societario e commerciale. 

Dla Piper
LO STUDIO: una struttura articolata che non rinuncia alla qualità domestica, occupandosi di contenzioso commerciale e arbitrati, ma è sulle cause assicurative che la squadra raccoglie i maggiori applausi. 

I PROFESSIONISTI: Bruno Giuffrè è consulente prediletto di numerose assicurazioni; «coglie velocemente i veri obiettivi e le strategie dell'azienda» afferma un’impresa informatica. 
«Ferrato» sulle dispute assicurative anche David Marino, il quale ha affiancato Aig Europe nel giudizio di responsabilità, del valore di 640 milioni di euro, promosso da Snia in amministrazione straordinaria contro oltre 70 parti. Stefano Modenesi padroneggia gli arbitrati ed ha un nome di peso nelle camere arbitrali. 

Freshfields Bruckhaus Deringer
LO STUDIO: una squadra «geniale» acclamata da clienti e competitor nelle cause bancarie e societarie. Il network gli consente di «spalmarsi su ogni fronte». Tra i leader negli arbitrati nazionali e internazionali, ha assistito Bally gaming Netherlands in un arbitrato fondato sull’asserito inadempimento delle obbligazioni nascenti da contratti di fornitura e di associazione in partecipazione.

I PROFESSIONISTI: Fabrizio Arossa è quotato nel contenzioso commerciale per la difesa di primarie società aerospaziali e del consumo in cause relative a contratti e a controversie con ex amministratori. «Eccellente mediatore», Massimo Benedettelli è segnalato nell’arbitrato quale esperto di elementi processuali internazionali complessi. Ha difeso autorevoli esponenti delle telecomunicazioni e dell’editoria nei maggiori tribunali arbitrali nazionali e internazionali. 
In vetta ai consensi, Enrico Castellani è il consulente scelto da banche nazionali e internazionali, tra cui Deutsche bank, assistita nell’accordo per la definizione transattiva dell’azione risarcitoria promossa da Monte dei Paschi di Siena nei confronti dell’istituto tedesco. «Sa maneggiare la materia bancaria» Giuseppe Curtò, apprezzato dai clienti per saper focalizzare le richieste e in udienza tradurle in soluzione. Sull’arbitrato internazionale Domenico Di Pietro «dà prova di abilità». 
Gatti Pavesi Bianchi
LO STUDIO: ha conquistato il podio per l’impegno in cause societarie e commerciali dove «crea difese articolate e precise». In tribunale «nulla lo spaventa», dichiara una casa editrice. Fra gli assistiti compaiono clienti bancari (Gbc funding), alimentari (Parmalat), e telefonici ed elettronici (Siemens). Ha assistito H3g in controversie su contratti di appalto di servizi. 

I PROFESSIONISTI: «aggressiva quanto basta» Valeria Mazzoletti si è insediata alla guida del team e in tribunale dà prova di sicurezza ed efficacia. Ha rappresentato Fallimento isi, azienda immobiliare, in un’azione di responsabilità contro gli ex amministratori preceduta da sequestro conservativo. «Scrupoloso e affidabile», a detta di un competitor, Lorenzo Pintus «si fa valere». Ha avuto un ruolo centrale nelle cause commerciali, difendendo Parmalat in un’azione revocatoria di finanziamento tra società industriali.
Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners
LO STUDIO: «professionisti di valore», quotati nel contenzioso commerciale e societario. La struttura «efficace» garantisce un ottimo dispiegamento di risorse umane. Nel portafoglio clienti conta aziende leader nei video giochi, nelle automobili e nelle telecomunicazioni. 

I PROFESSIONISTI: «rodato» nelle cause societarie e commerciali di elevata complessità, Antonio Auricchio è accreditato nella piazza romana sia per l’anima «aziendale» che per la facilità di relazione. Paolo Gnignati colleziona segnalazioni nel contenzioso societario per la difesa di ex amministratori accusati di irregolarità e cattiva gestione. Alberto Nanni «fa da traino» e si attesta tra i più gettonati nelle cause finanziarie e societarie, mentre GianBattista Origoni ha presieduto dispute complesse e secondo un produttore di pneumatici «va a fondo nei dettagli». 
Giliberti Triscornia e Associati
LO STUDIO: una squadra «tecnica», affermata nelle dispute societarie e commerciali con una posizione di tutto rispetto negli arbitrati nazionali. Impregilo, Italia turismo, Istituto Europeo di Oncologia, Cisalpina tours sono alcuni degli assistiti. Il dipartimento ha affiancato Screen service broadcasting technologies nella fase di deliberazione di un’azione di responsabilità contro i precedenti amministratori che hanno cagionato un danno di circa 20 milioni di euro. 

I PROFESSIONISTI: frequentatore delle aule di tribunale da anni, Enrico Giliberti non delude le aspettative né dei clienti che lo apprezzano per l’equilibrio e la ponderazione, né dei competitor che ribadiscono l’esperienza e la reputazione. Il mercato lo segnala per la difesa di Impregilo nel procedimento di reclamo e di merito riguardante l’impugnativa della deliberazione di nomina del Cda, promosso da Igli contro la società di costruzioni. Lo spalleggia Stefano Alberto Villata, dalla vena societaria e commerciale, ha difeso Italia turismo nella controversia con Finanziaria turistica per il risarcimento di asseriti danni stimati in 117 milioni di euro. 
Giuseppe Iannaccone e Associati
LO STUDIO: «ben piazzato» nel mercato civile, vanta la partecipazione a cause di alto valore economico e mediatico. 

I PROFESSIONISTI: le segnalazioni convergono sul socio fondatore Giuseppe Iannaccone che fa il pieno di consensi per l’intuito «eccezionale», la sveltezza mentale e la capacità relazionale. «Uno dei maggiori legali delle banche», dichiara un competitor. Ha assistito i dirigenti di Deutsche bank nel processo sui Derivati del Comune di Milano. 
Hogan Lovells
LO STUDIO: «autorevole e rassicurante», guadagna l’attenzione di concorrenti e clienti per il focus sui reati legati alla responsabilità da prodotto, risarcimento danni e alla proprietà intellettuale. La squadra detiene un portafoglio variegato, composto da compagnie assicurative e finanziarie, aziende informatiche, energetiche, firme del lusso e della moda. 

I PROFESSIONISTI: «imbattibile» sulla responsabilità commerciale, Francesca Rolla appare convincente in aula e diretta con l’assistito. Ha difeso una nota insegna di moda per violazione di accordi contrattuali e relativo risarcimento danni. Christian Di Mauro, «apripista del negoziato», affianca il suo socio nelle controversie commerciali.  

Irti
LO STUDIO: un dipartimento «sartoriale» capace di competere con insegne più strutturate. La squadra affronta una vasta gamma di controversie societarie e commerciali, catturando mandati arbitrali complessi. È stato consulente di Cassa depositi e prestiti nell’azione promossa dalla Fondazione cassa di risparmio di Verona Vicenza e Belluno che ha chiesto la rideterminazione della propria partecipazione in Cassa e la condanna al pagamento del maggior valore. 

I PROFESSIONISTI: «mostro sacro» secondo le controparti, Natalino Irti offre pareri «autorevoli e brillanti» e si attesta tra gli arbitri più apprezzati. Memorabile è stata l’assistenza a Bernardo Caprotti nel noto arbitrato relativo al patrimonio di Esselunga. Alfredo Irti è la «mente operativa» della squadra.  Ha difeso Mib Prima in un’azione risarcitoria, derivata da una cessione di quote societarie, promossa contro la cedente Nuova Parva (gruppo Zunino).
Legance
LO STUDIO: dipartimento «giovane e qualificato», riceve mandato da blasonati banche, istituzioni governative, e società energetiche e farmaceutiche in liti societarie, finanziarie e commerciali. «Polifunzionale» secondo una banca nazionale, «redige dettagliatamente gli atti» sostiene un assistito. 

I PROFESSIONISTI: «egregia e determinata», secondo un’associazione, Cecilia Carrara è tra le figure femminili più quotate nell’arbitrato internazionale.. Sul contenzioso civile primeggia Paolo Pototschnig («approfondito nel dibattimento»), capace di gestire le tensioni con pacatezza. Sul contenzioso commerciale opera Stefano Parlatore, benaccolto per la capacità di gestire le controparti in udienza.
Lombardi Molinari Segni
LO STUDIO: leader indiscusso nelle maggiori dispute societarie e commerciali, si impone anche nella cause finanziarie affiancando banche del calibro di Monte dei Paschi di Siena nell’accordo per la definizione transattiva dell’azione risarcitoria promossa nei confronti di Deutsche bank. «Garanzia di successo», a detta di un cliente, ottiene un consenso unanime da parte dei competitor.  

I PROFESSIONISTI: Giuseppe Lombardi primeggia nel trovare linee di attacco vincenti. Referente di prim’ordine per l’intelligenza «acuta» e la testata competenza, è stato consulente di Risanamento nell’accordo con Milanosesto che ha riconosciuto a Immobiliare Cascina Rubina, controllata di Risanamento, il saldo della compravendita dell’area Falck, pari a 60 milioni di euro. Impegnato in complesse vicende societarie legate alle ristrutturazioni, Ugo Molinari conferma la presenza sul podio. 
Luca Santa Maria & associati
LO STUDIO: opera tradizionalmente nel contenzioso societario, ma la fetta maggiore di segnalazioni converge sull’arbitrato nazionale e internazionale. 

I PROFESSIONISTI: Claudio Biscaretti di Ruffia è un «autorevole» contenziosista, mentre la disciplina arbitrale è appannaggio di Alberto Santa Maria, stimato sia a livello nazionale sia nelle camere arbitrali internazionali. Ha ricevuto l’incarico dal Comitato parti correlate di Monte dei paschi di Siena di verificare la fattibilità di un’azione della banca contro il suo azionista di maggioranza, la Fondazione Mps.

Macchi di Cellere Gangemi
LO STUDIO: apprezzato dagli assistiti per la proattività. È stato ingaggiato da note aziende del settore energetico, aereonautico e industriale per controversie societarie e contrattuale.  

I PROFESSIONISTI: «litigator di tutto rispetto», Silvia Lazzeretti è gettonata per la capacità di incamerare le informazioni e ottenere la migliore soluzione. Ha affiancato una società italiana attiva nella produzione e vendita di energia elettrica ottenuta da fonti rinnovabili, nel contenzioso relativo ad alcuni parchi eolici. Protagonista di complesse e mediatiche vicende finanziarie, Claudio Visco ha difeso Ubs nel processo di secondo grado per truffa sui contratti derivati stipulati dal Comune di Milano che si è concluso con l’assoluzione delle banche.
Masotti & Berger
LO STUDIO: la fetta maggiore delle segnalazioni converge sul contenzioso commerciale, ambito per cui è apprezzata la visione internazionale associata all’approccio domestico. Operatori informatici, aziende mediche ed energetiche colmano il portafoglio clienti. 

I PROFESSIONISTI: Luca Masotti «gestisce in modo eccellente l’arringa» sostiene un assistito; la visione strategica e il pragmatismo sono i suoi punti di forza. Ha assistito l’istituto russo Alfa-bank in una causa iniziata da Sogo, la quale ha richiesto alla banca il pagamento di presunti crediti nascenti negli anni Novanta da un’operazione di cartolarizzazione del debito.
Militerni & Associati
LO STUDIO: «rispondente all’esigenza di business», la squadra interviene «in modo capillare» in contenziosi societari di estensione nazionale. Ha ricevuto dall’Istituto nazionale dei revisori legali l’incarico di impugnare, dinanzi al Consiglio di Stato, la sentenza del Tar Lazio avente a oggetto la disciplina ministeriale per il conferimento dell’incarico di revisore legale nei comuni italiani.

I PROFESSIONISTI: «forte sul medio mercato» Massimo Militerni dimostra capacità di analisi e organizzazione. Le dispute societarie lo vedono protagonista. 
Mondini Rusconi
LO STUDIO: l’area di intervento si concentra sulle dispute di natura commerciale legate alla contraffazione, contrattualistica e alla proprietà intellettuale. È stato consulente di Nintendo of America nella tutela delle misure tecniche di protezione dei videogame contro la pirateria. 

I PROFESSIONISTI: segnalato dai competitor quale «uno dei maggiori esperti di dispute ip», Giorgio Mondini colpisce i clienti per la metodologia, la cura e l’attenzione al particolare. Ha difeso Warner Chappell music italiana in un risarcimento danni, liquidato in 1,7 milioni di euro,  derivante da plagio di opera musicale. 
Nctm
LO STUDIO: la squadra, «di sostanza», «attiva i talenti adatti al caso specifico», afferma una banca internazionale. Ha affiancato autorevoli istituti bancari ed assicurativi, insegne della moda e delle telecomunicazioni in cause finanziarie, commerciali e societarie. 

I PROFESSIONISTI: Alberto Toffoletto è, a detta di una casa editrice, «garanzia di successo» e gestisce «con padronanza» l’intero contenzioso civile. Gode della stima di numerose banche nazionali ed internazionali che lo ingaggiano in modo continuativo. 
Orrick Herrington & Sutcliffe
LO STUDIO: mantiene la visibilità nelle dispute societarie e commerciali. L’approccio «innovativo e sofisticato» è gradito a fondi, imprese di servizi e aziende energetiche. 

I PROFESSIONISTI: Riccardo Troiano riscuote successo tra gli assistiti per l’abilità e la capacità tecnica con cui risolve le dispute. Ha difeso le organizzazioni sindacali nazionali dei manager davanti al Tribunale di Palermo per un’eccezione di illegittimità costituzionale della norma del decreto legge “Salva Italia”.
Paul Hastings
LO STUDIO: ha fatto del contenzioso commerciale e societario il punto di forza, collezionando mandati e segnalazioni autorevoli dai concorrenti, mentre i competitor spendono parole di stima per il capo dipartimento. La squadra ha difeso clienti di rilievo nella violazione di contratti di vendita di partecipazioni azionarie, in dispute legate a indagini interne, violazioni della legge 231 e frodi aziendali. 

I PROFESSIONISTI: il nome di Francesca Petronio risuona in dispute complesse. Un’azienda di elettronica ne elogia la vocazione internazionale e la strategia in arringa.
Pavia e Ansaldo
LO STUDIO: si è imposto sul contenzioso societario e commerciale, ritagliandosi una fetta di consensi anche nell’arbitrato nazionale. 

I PROFESSIONISTI: Marina Santarelli mette d’accordo i competitor sulla presenza nelle dispute societarie e commerciali. Apprezzata anche negli arbitrati domestici, ha assistito il Comune dell’isola del Giglio nella vicenda relativa al naufragio della Costa Concordia.
Pedersoli e Associati
LO STUDIO: «di apertura mentale invidiabile», secondo una banca nazionale, la squadra «brillante», secondo una multinazionale alimentare, possiede una conclamata autorevolezza nel contenzioso civile così come nell’arbitrato domestico. Vanta tra i clienti primari gruppi bancari, compagnie assicurative, società energetiche e dell’abbigliamento. 

I PROFESSIONISTI: «veterano del contenzioso», Eugenio Barcellona conferma il posizionamento nelle cause societarie e commerciali. Le dispute finanziarie risultano in mano a Filippo Casò a cui i clienti attribuiscono la capacità di sapersi muovere con le controparti. «Fa la parte del leone» nel societario e commerciale Andrea Magliani, mentre nell’arbitrato nazionale gli elogi sono tutti per Alessandro Pedersoli, quale arbitro e avvocato «di elevato standing».

Quorum
LO STUDIO: «struttura snella che si adatta all’interlocutore» afferma una società di servizi. La squadra è centrata sulle dispute societarie e commerciali, colleziona numerose cause sorte da inadempimento, responsabilità contrattuale e risarcimento danni. Tra i clienti spiccano Enertron, Coca Cola, Green Motion Italia, Birra Peroni. 

I PROFESSIONISTI: le segnalazioni convergono su Nicola Romano il quale «sa costruire una difesa forte». Ha rappresentato Tcoag, società irlandese di reagenti e macchinari nel campo medico, nella causa relativa a un contratto di compravendita di materiali e apparecchiature.
R&P Legal - Studio Associato
LO STUDIO: l’attività prevalente attiene alla gestione dei crediti, all’attività di fornitura di beni o servizi, alla rete di vendita e ai rapporti con fornitori e clienti. Tra gli assistiti compaiono numerose banche e compagnie di assicurazioni, oltre che piccole e medie imprese.  

I PROFESSIONISTI: Caterina Sola, ammirata per le doti negoziali, guida la squadra e su di lei si concentrano le attenzioni dei clienti.
Rcc
LO STUDIO: si insedia nelle cause finanziarie grazie al traino del dipartimento di banking. 

I PROFESSIONISTI: l’attività di Silvio Riolo si focalizza sul contenzioso bancario. Ha difeso Jp Morgan nel processo sui derivati del Comune di Milano.
Simmons & Simmons
LO STUDIO: apprezzato per la reportistica «eccellente e mai prolissa». Gettonato nelle dispute finanziarie come interlocutore di banche, società di gestione del risparmio e di intermediazione mobiliare, fondi e società di investimento. 

I PROFESSIONISTI: ritenuto «diligente» da una controparte, Francesco Maruffi mette la sua conoscenza bancaria al servizio del contenzioso. Cristina Pagni «ha le idee chiare in tribunale» afferma un competitor e  riscuote consenso nelle liti finanziarie. 
Tonucci & Partners
LO STUDIO: una squadra «reattiva e veloce nel ragionamento», difende aziende di svariati settori industriali, dal bancario allo sportivo, dall’assicurativo all’alimentare e dalla sanità all’energetico, in cause societarie e commerciali. Apprezzata dai clienti la ramificazione territoriale che consente un contatto diretto. 

I PROFESSONISTI: «mai impreparato», Giorgio Altieri sfodera in udienza «brillanti capacità». Ha difeso una società italiana, attiva nel settore agricolo e alimentare, per un contenzioso su una pretesa restituzione di contributi comunitari all’esportazione del valore di 40 milioni di euro. Piergiorgio della Porta Rodiani è ritenuto «capace ed esplicito» e riceve apprezzamenti nel contenzioso commerciale; affianca una società di rifiuti in cause di natura ambientale.
Tosetto Weigmann e Associati
LO STUDIO: «è nato e vissuto per il contenzioso societario», afferma un competitor. Dall’impronta tradizionale consolidata nella piazza di Torino, è ritenuto dalle controparti «un ottimo gruppo». 

I PROFESSIONISTI: Marco Weigmann si impone sulla scena come «litigator eccezionale». Spicca nelle dispute societarie al fianco di blasonati clienti. 
Trevisan & Cuonzo
LO STUDIO: forte di una posizione di nicchia nell’Ip, è ingaggiato per cause commerciali. La squadra ha ottenuto dal Tribunale di Bologna, per conto di Golden Lady, un riconoscimento per il proprio marchio "SiSi". 

I PROFESSIONISTI: piovono consensi sul contenzioso Ip per Gabriel Cuonzo, difensore di Harley-Davidson nella causa contro Pirelli, in cui a quest’ultima è stato vietato di partecipare alla celebrazione dell’anniversario della casa americana di motociclette. 
Ughi e Nunziante
LO STUDIO: «preparata al conflitto in aula», si attesta tra gli interlocutori favoriti da multinazionali energetiche (Electricité de France), colossi bancari (Deutsche bank) e note aziende immobiliari nelle cause societarie. In prima linea su arbitrati nazionali e internazionali.

I PROFESSIONISTI: considerato dai competitor un «gotha» del diritto internazionale, Piero Bernardini è un pioniere dell’arbitrato. È stato presidente nell’arbitrato internazionale Icsid tra la società Fraport e la Repubblica delle Filippine avente a oggetto la pretesa violazione del Trattato Germania/Filippine in materia di reciproca promozione e protezione degli investimenti. Roberto Leccese «presenta tesi valide in udienza» secondo una controparte e ha un ruolo centrale nelle dispute societarie e commerciali. Ha difeso Gruppo Texas instruments in un’azione revocatoria relativa a pagamenti effettuati da Finmek in amministrazione straordinaria a società del Gruppo Texas. 
Withers
LO STUDIO: la fetta maggiore di lavoro proviene dal contenzioso finanziario e commerciale dove la squadra è consulente di numerose compagnie assicurative internazionali e aziende metalmeccaniche, chimiche e immobiliari. Gradita ai clienti la trasparenza nei rapporti e nelle tariffe. 

I PROFESSIONISTI: Riccardo Buizza ha il pieno appoggio dei propri clienti che lo gradiscono per la cura e l’attenzione. Segnalato nel contenzioso bancario, commerciale e negli arbitrati internazionali. 
Zitiello Associati
LO STUDIO: interamente dedicato al settore finanziario, fa il pieno di consensi nel contenzioso legato a strumenti finanziari, derivati e prodotti bancari. Squadra «collaborativa», vanta clienti del calibro di Allianz bank, Credit Suisse e Pioneer investment management.

I PROFESSIONISTI: i clienti fanno quadrato intorno a Luca Zitiello («franco e strategico») il quale si fa notare dai competitor in tribunale per lo schema difensivo eccellente.
GUIDA ALLE FASCE - RICERCHE DAL 2012 AL 2016
Sono due i parametri utilizzati per la definizione delle fasce:

■ la QUANTITÀ delle segnalazioni e dei consensi ricevuti da clienti controparti e colleghi;
■ la QUALITÀ percepita dal mercato attra­verso l’analisi e la valutazione anche comparata dei commenti. Il peso di ponderazione è basato sull’autore­volezza della fonte di provenienza.

Gli studi e i professionisti sono ordinati alfabeticamente all’interno delle sezioni.

FASCIA 1
Leader del mercato con riconoscimento diffuso e consolidato
In termini quantitativi, registra il maggior numero di segnalazioni da soggetti al vertice del mercato di riferimento. In termini qualitativi, le segnalazioni arrivano, oltre che da propri clienti, anche da concorrenti e controparti. Indice di un riconoscimento diffuso e consolidato.

FASCIA 2
Protagonista del mercato con riconoscimento diffuso
In termini quantitativi, registra un numero di segnalazioni che si inquadra nel range superiore alla soglia critica. In termini qualitativi,
le segnalazioni provengono in percentuale variabile da clienti,
concorrenti e controparti, e sono di natura prevalentemente spontanea. Indice di un riconoscimento diffuso, anche se non consolidato.

FASCIA 3
Protagonista con riconoscimento focalizzato
In termini quantitativi, registra un numero di segnalazioni che raggiunge la soglia critica della ricerca. In termini qualitativi, le segnalazioni provengono in percentuale variabile da clienti, concorrenti e controparti, e sono generalmente di natura sollecitata. Indice comunque di un riconoscimento, seppure non diffuso né consolidato.





Credits Landlogic IT

RSS

RSS